it | en | de

Abiti da lavoro: 4 consigli per sceglierlo al meglio

In questa pagina troverai dei consigli su come orientarti nella scelta dell’abbigliamento da lavoro.

La divisa può essere composta da indumenti casual come felpe, t-shirt, pantaloni multitasche, gilet imbottiti o giubbotti invernali; completi eleganti uomo donna composti da giacche, pantaloni, camicie e cravatte, tailleur o gonna; abbigliamento certificato come DPI (Dispositivo di Protezione Individuale) per chi, ad esempio, opera in settori industriali e produttivi come il petrolchimico, metalmeccanico, chimico, o a contatto con rischi elevati come il fuoco o l’elettricità.

 

Una buona prima impressione

divise da lavoro casual

Nell’ambiente lavorativo, soprattutto quando si è sempre a contatto con persone esterne all’azienda, è importante curare il proprio aspetto, per fare una buona prima impressione.

Oltre alla cura del proprio corpo, non va sottovalutata la scelta della divisa da lavoro. Sceglierla non è certamente un aspetto da prendere alla leggera, in quanto può cambiare radicalmente il messaggio che si vuole comunicare ai potenziali clienti.

Una tenuta troppo elegante per il contesto lavorativo, o non adatta alle forme dei dipendenti, può mettere a disagio i lavoratori. E ancora, un abbigliamento poco pratico e funzionale può rallentare la performance lavorativa.

Per tutti questi motivi è importante scegliere con attenzione gli indumenti, con piccole accortezze che fanno la differenza. Vediamo assieme quattro consigli.

1.Comodità e resistenza

Nella scelta della divisa aziendale, ci sono due elementi importanti da tenere in considerazione, valevoli per tutti i tipi di lavori: la comodità e la resistenza.

 

Comodità

 

Gli indumenti da lavoro devono essere indossati per tutta la giornata lavorativa. Per questo motivo è molto importante che siano confortevoli, assecondando con facilità ogni movimento.

Indossare degli abiti scomodi, significa distogliere inevitabilmente l’attenzione all’attività che si sta svolgendo, con un conseguente calo della produttività

Ma cosa significa comodità?

Un tessuto morbido, composto da fibre di alta qualità, magari con una percentuale in elastane, rende l’abbigliamento sicuramente più confortevole rispetto ad un classico tessuto con fibre di bassa qualità, che al tatto risulta invece scomodo e rigido. Inoltre, scegliere capi della taglia e della vestibilità adatta ad ogni dipendente, permette di non intralciare i movimenti durante il lavoro.

divisa da lavoro comoda

 

Resistenza

Tenendo sempre in considerazione che i capi da lavoro vengono indossati per almeno otto ore, è facile capire che devono essere resistenti per durare il più possibile nel tempo e assicurare un minimo di protezione da eventuali rischi. Oltre al lavoro, i tessuti devono resistere anche agli svariati lavaggi a cui sono sottoposti, senza subire variazioni dimensionali o prestazionali.

Si parla quindi di resistenza relativa non solo al tessuto, ma anche ad accessori e cuciture che compongono i capi. Quest’aspetto è particolarmente importante per i settori in cui ci si muove molto, si utilizzano strumenti taglienti o appuntiti, o che implicano movimenti particolari o ripetitivi.

 

divisa da lavoro alta visibilità

2.Abbigliamento informale, elegante o certificato?

A seconda del contesto lavorativo in cui ci si trova, è importante scegliere l’abbigliamento adeguato.

Ad esempio, per un magazziniere si predilige una divisa informale composta ad esempio da pantaloni multitasche, t-shirtfelpagiubbino gilet imbottito. Un receptionist o una segretaria dovranno invece puntare all’eleganza e quindi ad esempio ad un completo giacca, camicia pantalone tailleur. Infine, chi lavora in contesti particolarmente pericolosi deve scegliere indumenti certificati in base al rischio della propria mansione. Pensiamo ad esempio ai saldatori o agli elettricisti, a chi lavora nei cantieri stradali e quindi deve essere ben visibile, o a chi opera nelle celle frigo, e quindi deve mantenere il corpo caldo e asciutto.

3.Parliamo di stile

Dopo aver trattato gli aspetti comuni a tutte le tipologie di abbigliamento da lavoro, è doveroso parlare anche dello stile da scegliere.

La divisa deve essere un elemento che completa l’immagine aziendale, sottolineandone la caratteristica di team che lavora per lo stesso obiettivo. Proprio per questi motivi, l’abbigliamento deve rispettare e confermare lo stile e il messaggio che si vogliono trasmettere.

uniformi da lavoro formali

Stile classico

Prendiamo come esempio un’azienda artigiana che realizza mobili su misura da più di cinquant’anni, riconosciuta a livello mondiale per la scelta dei materiali e l’attenzione nei dettagli. 

In questo caso, scegliere uno stile classico permette di sottolineare l’importanza delle proprie radici e dei valori aziendali, dell’affidabilità e della solidità imprenditoriale.

Lo stile classico si traduce con pantaloni dritti o a palazzo, camicie e giacche non sfiancate e, per le donne, in abiti o gonne longuette e scarpe basse con tacco ampio.

 

Stile casual

Pensiamo ora ad una startup composta da soli giovani, che realizzano borse partendo da materiali riciclati. Nella scelta della divisa bisognerà tener conto dell’aspetto innovativo del loro lavoro e della presenza di giovani nell’azienda, prediligendo ad esempio uno stile casual. Vestire casual significa semplicità: t-shirt e cardigan con pantaloni chino o pantaloni eleganti con taglio slim fit, rispettano ad esempio le idee dinamiche e in continuo fermento delle startup.

 

4.La personalizzazione

uniformi da lavoro personalizzate Cast Bolzonella

Decidere di personalizzare una divisa da lavoro, significa trasformarla in uno strumento di marketing che permette di far capire a colpo d’occhio per quale azienda si lavora. Ma valorizzare al meglio un indumento con il proprio brand, implica un attento studio. Per questo motivo il nostro ufficio stile è a disposizione, e grazie alla loro esperienza, sapranno guidarti al meglio in questa fase.

Personalizzare significa innanzitutto capire qual’è la posizione più adeguata per esaltare maggiormente il logo, prestando attenzione a grandezza colore. È inoltre fondamentale scegliere la tecnica più adatta al brand e al tipo di indumento scelto. 

Ogni capo ha inoltre caratteristiche differenti per quando riguarda la pesantezza del tessuto e la sua composizione. Per una polo con tessuto in piquet, ad esempio, è indicata la tecnica di plotter termosaldato o transfer serigrafico e digitale. Un pile o un maglioncino, per la loro tramatura particolare, sono maggiormente valorizzati con un logo ricamato

Le tecniche di personalizzazione possono essere valorizzate con dettagli più originali e d’impatto, come ad esempio la scelta di una stampa con effetto gonfiato o un ricamo con un filato fluorescente o con particelle in ceramica, che rendono il logo visivamente più opaco. 

 

Abbigliamento promozionale

L’abbigliamento, come abbiamo visto, può trasformarsi in un efficace strumento di marketing. Perché allora non sfruttarlo con i propri clienti?

Distribuire dei Gadget, come ad esempio t-shirt o felpe promozionali personalizzate con il logo o lo slogan aziendale, permette infatti di fare pubblicità alla propria azienda. Il risultato si traduce in clienti felici e coccolati, e una maggiore visibilità.

 

 

LE NOSTRE SEDI

Sede
35010 VIGONZA (PD)
Via Inghilterra, 15a
Tel: +39 049.8640809
 
 
Filiale per la Lombardia
20124 Milano (MI)
Piazza Quattro Novembre, 4
Tel: +39 02.87169330
lombardia@castbolzonella.it
 
 
Filiale per il Piemonte
10154 TORINO (TO)
Via Sandro Botticelli, 34
Tel: +39 011.1911.6536
piemonte@castbolzonella.it
 
 
Filiale per la Svizzera
6900 LUGANO (CH)

Cast Bolzonella SRL  |  P.I./R.I. Padova 05160150289  |   © 2020 All Rights Reserved   |   Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. OK